Il Terranova

Cani

Uno splendido esemplare di Terranova adultoIl cane bagnino buono col bambino

La scena l’avrete probabilmente vista almeno una volta nella vostra vita: qualcuno sta tranquillamente nuotando facendosi gli affari suoi ed ecco che un Terranova, di solito ancora abbastanza giovane, si scaglia in acqua per salvare il malcapitato, che lo voglia o meno.
Una sessantina di chili di cane-orso che ti arrivano addosso, ti abbrancano e ti portano a riva senza stare ad ascoltare le tue proteste.

I motivi per prendere con voi un cucciolo di Terranova sono tanti, tutti ottimi e validissimi, purché teniate sempre a mente che si tratta di un animale che ha comunque determinate esigenze e richiede parecchia cura e attenzione da parte del suo padrone.
State cercando un cane di grande taglia, con carattere docile e molto dolce, che sappia convivere al meglio con la famiglia, sia paziente con i bambini e con eventuali altri animali?
Volete dividere la vostra vita con un amico a quattro zampe di straordinaria affettuosità che vi accompagnerà per terra e per mare senza mai mollarvi un attimo?
Il Terranova è quel che fa per voi: andiamo a scoprire le caratteristiche di questo splendido cagnone.

Ma è un cane o un orso?

Le due teorie più probabili riguardanti l’origine del Terranova prevedono che o si sia evoluto dai “cani da orso” arrivati in Canada insieme ai Vichinghi o che sia un parente del mastino del Tibet, giunto in America durante la glaciazione.
In ogni caso, già a partire dal 1600, in alcune isole canadesi era diffuso un cane molto robusto e forte, amante dell’acqua e impiegato sia dai pescatori che dai cacciatori, dal quale sono poi discesi sia il Terranova che il Labrador che mantengono infatti nomi di luoghi canadesi.


Sia come sia, ci troviamo di fronte a un cane di grossa taglia e pelo lungo (nero, marrone o bianco con macchie nere) che da adulto pesa dai 45 ai 65 chili di media e raggiunge anche i 70 cm di altezza, con testa grossa e muso breve, orecchie e occhi piccoli, corpo grosso con groppa robusta e coda folta.

Il pelo è inizialmente molto morbido ma verso il settimo mese di vita diventa più dritto, denso e lucido, con la caratteristica di essere oleoso e quindi idrorepellente.
Questo dato, accoppiato alla coda forte, alle zampe palmate e alla potenza muscolare lo rendono perfetto per il nuoto e il salvataggio.

Questa la classificazione estesa:

Classe: Mammalia
Sottoclasse: Theria
Ordine: Carnivora
Sottordine: Caniformia
Famiglia: Canidae

Appartiene al gruppo 2, sezione molossoidi.

Cura e dieta del Terranova

Sebbene non sia strettamente necessario, per far vivere al meglio un Terranova serve un giardino e, naturalmente, la voglia di far lunghe camminate quotidiane con il vostro nuovo amico, portandolo spesso a nuotare.
Il Terranova può anche abituarsi alla vita in appartamento ma ha bisogno di aria aperta e parecchia attività.

Come resistere a questo Terranova così dolce?Di carattere dolce e di grande fedeltà, è molto affidabile con i bambini e deve però essere educato a tenere a freno certa esuberanza: questo molossoide vuole stare continuamente appiccicato al padrone e far parte attiva di ogni momento della vita familiare, occorre quindi cercare di controllare queste tendenze, ma sono davvero rari i casi di Terranova dal comportamento aberrante e violento.

L’aspettativa di vita, come per molti cani di taglia grossa, si aggira intorno ai dieci anni e ha bisogno di essere seguito fin da cucciolo da un bravo veterinario in quanto, pur robusto e di salute generale piuttosto buona, tende a soffrire di alcune patologie tipiche dei cani di queste dimensioni.

Attenzione quindi alla postura del cucciolo e in particolare a non fargli salire e scendere troppe scale in giovane età: il Terranova può patire di displasia dell’anca e quindi di artrosi fin da molto giovane ed è bene farlo seguire con qualche visita specialistica, così come sarebbe opportuno controllare ogni tanto stomaco e cuore, in quanto due altre patologie ricorrenti sono la dilatazione-rotazione dello stomaco e la miocardiopatia dilatativa.

L’alimentazione del Terranova non è particolarmente complessa ma deve essere ben ricca di proteine, in particolare nei primi mesi e, visti i problemi di cui può soffrire, è meglio suddividere il pasto principale in porzioni più piccole e distanziate nel tempo.

Tanta bava e tanto pelo


Essere un molossoide significa, fra le altre cose, produrre molta bava: è un evento inevitabile e dovete metterlo in conto prima di prendere un Terranova. E per “molta bava” intendiamo davvero tanta saliva, ovunque.
Insieme alla bava, l’altra grande “specialità” del Terranova è il pelo: ne ha parecchio, fa due mute (estate e inverno) e dovrete spazzolarlo almeno un giorno sì e uno no, ispezionandolo con cura, così come è opportuno controllare di tanto in tanto le orecchie.

Durante la stagione più fredda, pur trattandosi di un cane che resiste molto bene alle temperature rigide, è meglio asciugare il Terranova dopo il bagno, mentre in estate, se si vive in zone a clima caldo, occorre stare attenti in quanto può patire il caldo.

Se seguirete questi semplici accorgimenti potrete vivere al meglio insieme a un amico straordinario: per quanto non sia comunque giusto far classifiche e distribuire voti, il Terranova è uno dei migliori cani che una famiglia possa ospitare e vi regalerà tante, tantissime magnifiche esperienze.

Recensioni

  • Economicità6
  • Interattività10
  • Longevità8
  • Facilità di allevamento e cura6
  • Affettuosità10
  • 8

    Score

    Il Terranova è uno dei cani più affettuosi e fedeli che sia possibile immaginare, ma richiede anche molte cure e attenzioni.