Integratori per cani, ecco quando sono necessari

Così come gli esseri umani, anche i cani tendono ad essere molto attivi durante la giornata, sia durante le loro uscite quotidiane che a casa. E tale attività, naturalmente, comporta un dispendio di energie che devono essere ripristinate attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata, in cui siano presenti elementi fondamentali come proteine, grassi e carboidrati. Tuttavia, delle volte, può capitare che tale alimentazione debba essere combinata con integratori per cani, per completare un giusto apporto di sostanze per questi animali.

Questi prodotti, ricordiamolo, non sono medicinali e né sostanze dietetiche, bensì servono, come vedremo meglio in seguito, in varie circostanze per fornire un ulteriore apporto di elementi nutritivi indispensabili al nostro amico a quattro zampe oppure favorire il suo benessere, in presenza di alcune patologie. Cerchiamo di capire riguardo agli integratori per cani, quando e perché sono utili e in quali situazioni particolari è necessario somministrarne in giuste quantità.

Cosa sono gli integratori per cani

Come detto, essi non sono dei medicinali o prodotti di tipo dietetico, ma solo sostanze alimentari contenenti diversi elementi utili al cane in varie situazioni e che forniscono vitamine, minerali ed altri nutrienti importanti per il suo benessere fisico. Difatti, tali prodotti possono integrare o sopperire a quegli elementi di cui il cane ha bisogno ma che il loro organismo non assimila in altra maniera, a causa di carenze fisiologiche o nutrizionali o in presenza di alcune patologie o stati particolari.

D’altronde, non sempre l’alimentazione che forniamo al nostro fido risulta essere equilibrata e sana. Diverse persone, infatti, tendono a somministrare alimenti “casalinghi” o scarti e non invece prodotti commerciali che, pur essendo più costosi, contribuiscono tuttavia a fornire un giusto apporto di sostanze nutritive all’animale. E questo comporta un’alimentazione squilibrata, che potrebbe causare varie problematiche al suo organismo. Da qui l’importanza dell’uso di integratori per cani.

Di questi prodotti, ne esistono diverse tipologie e formati, da somministrare comunque per via orale. Si va dagli sciroppi o gocce alle capsule o preparati in polvere. Naturalmente, devono essere utilizzati soltanto in caso di vera necessità e in base a particolari situazioni e non per puro desiderio del suo proprietario, in quanto il loro utilizzo inappropriato potrebbe causare problemi di varia natura all’animale.

Integratori per cani, quando sono necessari

Tantissime sono le situazioni in cui può essere importante somministrare degli integratori per cani. Ad esempio, in seguito ad una malattia o uno sforzo fisico intenso o ad un viaggio faticoso (in cui magari vi è stato anche cambiamento di clima e fuso orario), opportuno sarebbe fornire degli integratori multivitaminici. Poi esistono quelli apportatori di calcio, particolarmente utili per rafforzare l’apparato osseo del cane, sia quando è un cucciolo e sia in età avanzata.

Inoltre esistono anche integratori antiossidanti, indicati per prevenire l’insorgenza di alcune patologie, oppure integratori di minerali, che offrono benefici quando la dieta alimentare dell’animale non risulta equilibrata oppure è di tipo casalingo. Per quei cani che invece soffrono di patologie, come ad esempio l’artrosi, sarebbe opportuno somministrare un mix di prodotti, come integratori per le ossa, per le articolazioni e per la massa corporea muscolare.

Ricordiamo quindi che esistono integratori per cani di vario genere: da quelli per animali inappetenti o debilitati a quelli che soffrono di diabete, di problemi renali o di patologie articolari o ossee. Naturalmente, la loro somministrazione varia in base alle situazioni o problematiche sofferte, all’età dell’animale (se cucciolo o anziano) o all’attività svolta. In quest’ultimo caso, si pensi ad esempio a quei cani sportivi o da competizione.

Benefici e rischi degli integratori per cani

Come abbiamo visto, l’uso di questi prodotti è utile in varie circostanze, per favorire il benessere fisico del nostro fido, ritardare l’insorgenza di malattie o problemi di varia natura o alleviarne almeno le conseguenze o fornirne un supporto terapeutico. Gli integratori per cani quindi offrono numerosi benefici. Per quanto concerne invece i rischi, questi possono derivare soltanto da un uso sproporzionato di tali prodotti.

Ricordiamo infatti che i cani, come d’altronde diversi animali, possono subire gravi conseguenze dalla massiccia assunzione di molteplici sostanze: da un temporaneo stato confusionale alla difficoltà di deambulazione, passando poi per tremori muscolari o problemi al fegato. Di conseguenza, è sempre bene verificare attentamente la dose di integratori da fornire al proprio cane e sempre a seguito di consulto veterinario.