Trasportino per cani, la tana mobile del vostro cucciolo

Esempio di trasportino per cani con struttura rigidaSpesso non appena si nomina “trasportino per cani” è facile ottenere una reazione un po’ disgustata da alcuni proprietari, che vedono questi accessori come delle gabbie disumane. Si tratta di un mito da sfatare in quanto i trasportini per cani, oltre a essere uno strumento utile e talvolta indispensabile, possono facilmente diventare delle vere e proprie tane per i vostri amici a quattro zampe: andiamo a vedere come scegliere il migliore.

Prima di tutto cerchiamo di scegliere il trasportino (detto anche kennel) adatto al nostro cane: un errore classico che compiono in molti è quello di esagerare con le misure per cercare di far stare comodo il proprio cane.
Il trasportino per cani non deve essere un parco giochi o uno stadio olimpico, deve somigliare a una tana e quindi non servono misure eccessive, è sufficiente che il cane riesca a starci seduto e a rigirarsi.
È intuitivo quindi che le scelte cambieranno a seconda della taglia del cane.

Una volta stabilite le misure, bisogna poi valutare quale modello acquistare, i vari negozi per animali ne hanno a disposizione tre tipologie principali:

Trasportini morbidi

Sono preferibili per cani di piccola taglia, sono di solito realizzati in nylon o altri tessuti, spesso sono imbottiti e sono anche quelli che presentano il numero maggiore di soluzioni fashion e alla moda. Fra i modelli potrete trovare anche trasportini per cani per bici, da moto, a zaino o a tracolla.

Trasportini semirigidi

Dotati di anima in metallo o plastica e spesso smontabili o comunque pieghevoli, sono comunque modelli sempre adatti a cani di piccola taglia.

Trasportini rigidi

Sono gli unici che possiamo seriamente consigliare ai padroni di cani di taglia grande o media: realizzati in materiale plastico o in alluminio, sono semplici da smontare e facili da pulire e, anche se soddisfano un po’ meno le esigenze estetiche, sono indubbiamente i più sicuri e funzionali.
Sono dotati di apertura anteriore con griglia per il passaggio dell’aria ed esistono parecchi modelli con ruote

Considerati questi aspetti, rimane un ultimo dettaglio prima di deciderne l’acquisto: l’uso che dovrete farne. Nel caso abbiate in programma eventuali viaggi in aereo con il vostro amico a quattrozampe allora è d’obbligo consultare alcune linee guida, in quanto è necessario avere un trasportino omologato IATA, negli altri casi la scelta diventa più ampia ma per i viaggi in automobile bisogna comunque tenere in conto il codice della strada, che autorizza il trasporto degli animali nelle vetture purché questi non siano d’intralcio al conducente.

Il prezzo varia a seconda delle esigenze, ma si può comprare un trasportino per cani partendo dai 30 euro, così come si possono facilmente superare i 100 euro in caso di esigenze particolari: buon shopping!

Prodotto suggerito